Decima settimana: Cibo

unspecified

“In questo cibo
vedo chiaramente l’intero universo
che sostiene la mia esistenza”. Thich Nhat Hanh

Questa settimana e’ molto interessante e si presta a sperimentazioni diverse sulla nostra relazione con il cibo e con le sensazioni fisiche, le emozioni, i pensieri che precedono e seguono l’assunzione di cibi e bevande.
Ognuno può sperimentare modi nuovi di consumare in relazione alle proprie abitudini alimentari. Personalmente noto come, quando un pensiero genera un’emozione ‘difficile’ come la rabbia o l’ansia , la mia mano vada diritta al dolce o io inizi a camminare verso il frigorifero…. Provare a riconoscere questa relazione tra pensieri, emozioni e azioni dà molta fiducia nella possibilità di disvelare una delle strategie più comuni per non entrare in contatto con le nostre emozioni spiacevoli. Continua a leggere

Annunci

Undicesima e dodicesima settimana: Settimane Libere

libero ovunque tu vadaSono ormai arrivate le due Settimane “Libere”, un’occasione che ci consentirà di praticare – per due settimane – ciò che abbiamo veramente voglia di fare. Questo è molto importante. Qualsiasi cosa che sentiamo sana e nutriente: un’attività, una cura, un’attenzione gentile, dove possano trovare spazio la nostra creatività e la nostra gioia.
Insomma, divertiamoci ancora!! Non troverete scritto da nessuna parte di fare della pratica qualcosa di serio e ripetitivo, carico di lotta e tensione e sforzo. Continua a leggere

Tredicesima settimana: Rallentare e fermarsi

 

Samatha , fermarsi. Vivere felicemente nel momento presente Vorremmo proporvi  la pratica con l’energia della Fretta con un video dal minuto 1:08’ al 1:53’ (35 minuti).
VIDEO: Vivere felicemente nel momento presente
L’energia della Fretta, dell’ansia che spesso ci fa correre dalla sveglia del mattino sino a quando entriamo stanchi nel letto, a volte persino nei sogni! La Fretta sarà la nostra migliore amica proprio perché ci ricorderà che siamo liberi in ogni momento di stare bene, di fermarci per un attimo prendere un profondo respiro. Iniziamo subito a darci quel rispetto, quell’affetto che crea verso noi stessi una relazione di profonda amicizia; è così che possiamo porre le fondamenta per una relazione sana con gli altri. Regaliamoci momenti di pausa, momenti di amicizia, di gioco e di intimità con noi stessi. Anche un minuto, anche un solo respiro sono un regalo prezioso Continua a leggere

Seconda Settimana: La meditazione camminata

“La meditazione camminata può essere molto piacevole. Camminiamo lentamente, da soli o in  compagnia, possibilmente in un bel posto. Meditazione camminata significa gustare la camminata, camminare non per arrivare, ma semplicemente per camminare. Lo scopo è radicarsi nel presente e, consapevoli di respirare e di camminare, gustare ogni passo. Perciò dobbiamo scrollarci di dosso ansie e preoccupazioni, non pensare al futuro, non pensare al ritornotteGiallopassato, ma solo gustare l’attimo presente. Possiamo farlo tenendo per mano un bambino, Camminiamo un passo dopo l’altro, come se fossimo le persone più felici del mondo. Noi camminiamo continuamente, ma di solito lo facciamo correndo, e in questo modo lasciamo sulla Terra impronte di ansie e di dolore. Quando camminiamo, dovremmo farlo in modo da lasciare solo impronte di pace e di serenità. Tutti possiamo farlo, a patto di volerlo davvero. Ogni bambino può farlo. Se ci è possibile fare un passo così, potremo farne due, e poi tre, quattro, cinque. Con un solo passo di pace e di felicità contribuiamo alla pace e alla felicità di tutto il genere umano. La meditazione camminata è una pratica meravigliosa. Quando pratichiamo all’aperto, camminiamo un po’ più lentamente del solito e  coordiniamo la respirazione con i passi. Continua a leggere

MEDITAZIONE CAMMINATA COI BAMBINI

2° SETTIMANA: Radicamento

Camminare coi bambini è un modo bellissimo di praticare la consapevolezza. Se ti va, durante la meditazione camminata  prendi un bimbo per mano: lui riceverà da te concentrazione e stabilità, tu riceverai da lui freschezza e innocenza. Ogni tanto magari gli verrà voglia di correre avanti e poi di aspettare che tu lo raggiunga. Un bambino è una campana di consapevolezza che ci ricorda quanto sia bella la vita.

Possiamo ricordare ai bambini che la meditazione camminata è un ottimo modo per calmarsi quando si provano emozioni forti o si è turbati; possiamo camminare insieme a loro, ricordando loro di fare attenzione a ogni passo. Continua a leggere

Decima settimana: Conversazione sul cibo con Thich Nhat Hanh

 

Il maestro zen Thich Nhat Hanh è particolarmente impegnato, ultimamente, sul fronte dell’alimentazione, poiché ritiene vitale il nostro abituale modo di mangiare. Ha da poco pubblicato un libro, assieme alla nutrizionista Lilian Cheung, dal titolo “Savor: Mindful Eating, Mindful Living”, non ancora tradotto in italiano. Da questa intervista, in cui parla degli argomenti trattati nel libro – al di là dei messaggi indirizzati specificamente al popolo americano – emerge in modo molto chiaro e semplice un’efficace sintesi dell’insegnamento di questo grande maestro.Perché hai scelto di scrivere proprio ora un libro sull’alimentazione e la presenza mentale?

Continua a leggere